Come si scrive un Artist Statement

Ciao, e benvenuto su Onstream Gallery.

Siamo Chiara ed Eleonora ed il nostro spazio ha come obiettivo primario quello di permettere agli artisti di riuscire a vivere della propria arte.

Oggi vogliamo darti dei consigli pratici in merito ad uno degli strumenti più richiesto ad un artista, che ci fa capire molto della sua ricerca e, soprattutto, della sua motivazione.

L’Artist Statement è uno strumento che noi solitamente richiediamo insieme al portfolio. Ovviamente, il suo utilizzo è abbastanza vario: viene chiesto nelle Gallerie, è di accompagnamento al catalogo di una Mostra, può essere richiesto per la partecipazione in fiera o essere scaricabile sul sito web.

Qualunque sia la sua destinazione, oggi siamo qui per darti consigli pratici su come si scrive.

Scrivere bene un Artist Statement ti permette di agevolare chi ti sta di fronte – un curatore, un gallerista, un direttore di una fiera – e far comprendere quanto prima il tuo messaggio.

Mettiti nei nostri panni: riceviamo decine, se non centinaia email ogni giorno.

Molto spesso abbiamo esigenza di sbrigarci o, quantomeno, di avere di fronte dei testi scritti che siano facilmente comprensibili.

Un artist statement ci aiuta in questo processo!

L’Artist Statement si differenzia dalla Biografia, dove si elenca la carriera accademica ed artistica, perché presenta solo ed esclusivamente il valore del tuo lavoro in termini emotivi.

In altre parole il messaggio che tu vuoi esprimere, i valori della tua arte, tutto quello che di più profondo ti rappresenta.

Saper scrivere un Artist Statement la definirei una competenza di base nella carriera di un artista, proprio per questo ecco a te 5 consigli utili per procedere senza paura e scrivere un documento che ti rappresenti al meglio.

  1. Il documento deve essere scritto in prima persona.

    Pensaci: sei un artista e dall’altra parte devi convincere qualcuno del fatto che la tua arte funziona.

    E’ giusto che tu ti metta in gioco in prima persona, perché nessuno ti conosce meglio di te stesso.

    Che tu debba essere valutato da un Gallerista o da un Curatore, o da un collezionista che vuole comprare direttamente da te, è il caso che ti giochi tutte le carte che hai.

    Mi raccomando!
  2. Keep it simple: non dare per scontato che chi stia dall’altra parte conosca per filo e per segno quello di cui stai parlando.

    Il gergo, i tecnicismi e i paroloni non faranno di te una persona migliore, ma rischieranno di mettere in difficoltà chi ti sta leggendo.

    Lo stesso discorso se stai scrivendo questo documento per il tuo sito web.

    Infatti, la scrittura per una pagina Web è sicuramente diversa rispetto a quella per una persona che leggerà il tuo Statement su un foglio di carta.

    Considera sempre l’audience di riferimento e non aver paura di correggere il tiro qui e lì a seconda delle situazioni.
  3. Lunghezza.

    Allora, noi italiani abbiamo un problema.

    Non riusciamo ad essere sintetici né chiari in quello che vogliamo dire.

    Ma questo cozza con chi è costretto a leggere il tuo Artist Statement. Saremo severe, ma giuste.

    Uno statement corto è costituito da circa 150 – 200 parole, uno statement lungo è costituito da circa una pagina Word, composta da 600 parole.
  4. How, What and Why

    Rispondi a queste 3 domande, e saprai sempre cosa scrivere.

    – How: Come crei il tuo lavoro? Descrivi la tua pratica artistica, la tua tecnica ed il medium.

    – What: Cosa stai cercando di comunicare? Qual è il messaggio che stai cercando di trasmettere? Quali sono le tue influenze artistiche?

    – Why: Perchè dipingi? Cosa ti ispira maggiormente? Non avere paura di esprimerti senza filtri, apprezziamo molto la sincerità.

    L’aspetto filosofico e romantico ci piace molto, se contestualizzato.
  5. Le 3 C, le migliori amiche di chi ti legge:

Il contenuto deve essere chiaro, conciso e coerente.

Perché chiaro? Perché come ti abbiamo detto prima, evita paroloni e parla ad un pubblico che, potenzialmente, non sa nulla di arte.

Perché conciso? Perché non hai molto spazio a disposizione, usalo bene. Per farlo, segui le 3 W, di cui ti abbiamo parlato sopra.

Perché coerente? Perché è importante che quello che scrivi nell’Artist Statement corrisponda di fatto alle opere che presenterai nel portfolio.

Se la tua pratica si è evoluta nel tempo, come spesso accade, sicuramente si è evoluto anche il tuo messaggio artistico.

Il portfolio e l’Artist Statement vanno a braccetto, uno dipende dall’altro.

Quello che probabilmente avrai capito, è che quando scrivi devi pensare soprattutto ad agevolare chi ti legge: nonostante questa sia una regola generale, crediamo che per gli artisti valga ancora di più.

Per quale motivo? Perché comunicare la propria arte è sicuramente difficile, ma necessario quando si compiono i primi passi nel mercato.

Per questo motivo, ci rendiamo conto che trovarsi a dover scrivere un Artist Statement fuori dal nulla, solo perché ti viene richiesto, potrebbe risultare alquanto difficile.

Adesso, non ti resta che metterti alla prova!

Inizia a scrivere il tuo Artist Statement da zero e fai un po’ di prove. Vedrai che man mano che ci sbatti la testa, riuscirai a ricavare un testo che ti rappresenterà al 100%.

Un abbraccio,

Eleonora e Chiara

Share

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

3 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Articoli Correlati

Come si scrive un Artist Statement

Ciao, e benvenuto su Onstream Gallery. Siamo Chiara ed Eleonora ed il nostro spazio ha come obiettivo primario quello di permettere agli artisti di riuscire